Alta Qualità Dal 1935

 

L'AZIENDA

chi siamo

dove Siamo

dicono di noi

50 anni di...

bioagricoltura

e-mail

link utili

Guida olio

partner

L'OLIO

vetrina

caratteristiche

premi ricevuti

prezzi

 

 

CIFRE A CONFRONTO
Troppe le cose che non tornano

Il Forum di Roma degli stati generali dell'olivicoltura italiana ha inevitabilmente messo in moto tutta una serie di meccanismi che daranno molti frutti, ma che tanto per cominciare consentono di mettere alcuni dati ed altre informazioni a confronto tra di loro.

A poco più di due settimane dall’evento, stimolati dagli intenti emersi nelle dichiarazioni ascoltate in quella circostanza cominciamo col proporvi alcune situazioni che interfacciate non mancheranno di stimolare le vostre riflessioni.

Ricordate la passata stagione? Siccità ed altre avversità davano a tutti noi la certezza che la campagna olearia 2003/2004 sarebbe stata ricordata come una delle più avare e negative a memoria di olivicoltore.

Pochi giorni fa, La Commissione Europea ha stimato a 741.956 tonnellate la produzione italiana di Olio per la campagna di commercializzazione 2003/2004.Viste le premesse, veramente una bella notizia.

Un’altra notizia viene dalla Tunisia. A diffonderla l’Agenzia di Stampa ufficiale del Paese Mediterraneo: la QANA. Le esportazioni di Olio d’Oliva dalla Tunisia sono aumentate in misura stratosferica (più che quintuplicate) al punto che sulla bilancia economica la voce Olio d’Oliva rappresenta per Tunisi oltre il 60% del totale delle esportazioni di prodotti agricoli.

Siamo contenti per loro, ma siamo anche d'accordo con chi preme perchè ad alcuni produttori mediterranei si insegni a fare qualità.

Ancora una notiziola che viene proprio dal MIPAF : l’Ispettorato centrale Repressioni Frodi ha sequestrato 6.000 bottiglie di finto Olio Extra Vergine di Oliva.

Per finire qualche chicca raccolta al volo da varie fonti: in America sono stati spacciati per Extra Vergine Italiano 20.000 quintali di una schifezza che con l’Olio ha ben poco a che fare; in dieci anni la quotazione dell’Extra Vergine si è dimezzata; alla vigilia della nuova campagna che si presenta realmente generosa e di qualità, i produttori denunciano forti scorte di invenduto; cresce (sulla carta) la produzione di Extra Vergine 100% Italiano e crescono le falsificazioni.

Cosa gridava Amleto aggirandosi nel castello di Elsinore?
"C’è del marcio in Danimarca"

Solo in Danimarca?

Camilla Francisi (Fonte: www.oleoteca.it)

 

Homepage           Pagina Principale